BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Polverini e scandalo Fiorito regione Lazio: tagli e controllo sui conti. Tutte le ultime notizie

La governatrice del Lazio indignata. Nuovo piano spendine review per Regione



La governatrice del Lazio Renata Polverini, indignata per lo scandalo fondi, conferma la sua linea del “rigore o tutti a casa” sullo scandalo che ha investito la gestione dei fondi Pdl, ma precisa che sono molto improbabili le sue dimissioni perché “venerdì possiamo cominciare a voltare pagina, perché venerdì si voteranno i nuovi provvedimenti”.

Lo scandalo sull’uso improprio dei fondi è nato dopo che il capogruppo del Pdl alla regione, Battistoni, aveva denunciato la sua collega, Angela Birindelli, assessore all’Agricoltura, di aver usato dei fondi pubblici per finanziare alcuni quotidiani locali.

Hanno così preso il via le indagini del nucleo valutario della Guardia di Finanza sulla gestione dei fondi pubblici destinati al gruppo Pdl e il risultato è stato che, dalle casse del partito, il tesoriere Franco Fiorito avrebbe deviato un milione e mezzo di euro in alcuni suoi conti esteri e che i restanti fondi sarebbero serviti per cene costose a base di champagne ed ostriche, servizi di fotografi rinomati e molto altro.

La Polverini proprio ieri ha spiegato: “Di quei soldi che venivano utilizzati in quel modo da oggi il Consiglio regionale non avrà più un euro da parte della Giunta. L'uso abnorme e sconsiderato di quei fondi andava bloccato e ieri lo abbiamo fatto”.

Poi ha anticipato che il primo intervento urgente della giunta sarà il blocco del 30% dei trasferimenti verso la Pisana. Quei fondi, spiega, “saranno assegnati all'assessorato al Lavoro e a quello al Sociale, così potremo offrire opportunità e aiuto alle famiglie ed ai lavoratori in difficoltà”.

La Polverini ha anche annunciato un piano di spending review che prevede uno stop ai gruppi consiliari fatti da un solo membro e con le commissioni create solo per assumere amici e mangiare soldi pubblici; stop all’eccesso di assessorati ed auto blu; sì ad una nuova gestione, organizzazione e funzionamento dei gruppi consiliari e nel frattempo sospensione dei finanziamenti ai medesimi, in attesa appunto di regolamenti più trasparenti. Con queste misure, stima la Polverini, ci dovrebbe essere un risparmio di 20 milioni di euro quest’anno ed 8 l’anno successivo

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il