BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund rimane sopra 300, ma tassi di interesse scendono. I motivi

Spread cala e calano i tassi di interesse: cosa sta cambiando



Oggi lo spread, che misura il differenziale di rendimento tra i titoli italiani e quelli tedeschi, tra Btp-Bund a 10 anni viaggia intorno a 340 punti, cioè i titoli italiani pagano il 3,4% in più di quelli tedeschi.

In sostanza i Btp a 10 anni rendono poco più del 5% mentre i Bund tedeschi circa l'1,6%. Lo spread, che si è ristretto di circa 100 punti nelle ultime due settimane, ieri si è infatti assestato tra 345 e 350 punti base, mentre la scorsa settimana aveva segnato un minimo dal 3 aprile scorso a 327 punti base e il rendimento del Btp decennale, che è sceso venerdì sotto la soglia del 5% per la prima volta da marzo, ieri è rimasto in area 5,1% in linea con la chiusura di lunedì.

Nel periodo marzo-aprile 2011, come sottolineato da un’attenta analisi del Sole24Ore, quando la crisi dei debiti sovrani era ancora lontana, i BTp a 10 anni pagavano il 4,8%, un tasso vicinissimo a quello attuale (5,1%). Eppure nella primavera di un anno fa lo spread con il Bund tedesco era di 120-130 punti base rispetto agli attuali 340.

Dunque, a parità di rendimento per i Btp oggi lo spread è più alto. Il motivo? I rendimenti dei Bund sono passati dal 3,3% della primavera 2011 all'attuale 1,5-1,6%, sono praticamente crollati e restano bassi anche adesso, quando l'annuncio dello scudo anti-spread di Draghi ha fatto rientrare i rendimenti dei BTp sui livelli pre-crisi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il