BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni scuola quota 96: emendamento Riforma Fornero possibile dopo sentenze tribunali

Dopo sentenze Oristano, Cagliari, Siena e Torino, nuovo decreto in arrivo?



Dopo la sentenza del Tribunale di Oristano, seguita da quella di Cagliari, Siena e Torino, sulla questione pensionandi della scuola che appartengono alla cosiddetta Quota 96, coloro cioè che hanno maturato il diritto alla pensione entro il 31 agosto 2012 e potrebbero uscire dal lavoro secondo le vecchie regole con la cosiddetta Quota 96, data dalla somma del requisito anagrafico e del requisito contributivo, è facile si arrivi ora ad un nuovo decreto pensato per questa categoria di lavoratori.

La speranza per loro si era riaccesa con la presentazione al Senato, da parte dell'onorevole Bastico, di un emendamento alla spending review che comprendeva, per coloro che avessero maturato il diritto a pensione entro il 31 agosto 2012, la possibilità di uscire dal lavoro secondo le vecchie regole con la cosiddetta Quota 96, data dalla somma del requisito anagrafico e del requisito contributivo.

Ma l'emendamento era stato respinto al Senato. Poi il Tribunale del Lavoro di Oristano, con un emblematico Decreto Cautelare firmato dal giudice Salvatore Carboni, si è espresso favorevolmente nei confronti di alcuni ricorrenti sardi di Quota 96., rappresentando una svolta fondamentale e ieri la sentenza definitiva. Il giudice del Lavoro di Oristano ha, infatti, congelato le direttive contenute nel decreto blocca-pensioni del ministro Fornero.

Il tribunale di Oristano ha dato ragione a quei docenti che si sono visti negare la pensione a causa della riforma Fornero. Le sentenze positive dei tribunali sembrano, dunque, aprire una nuova strada a chi spera in qualche cambiamento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il