BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui 2012 più facili da ottenere e interessi più bassi se spread btp-bund diminuisce

Mutui: settore in rialzo dopo piano antispread?



Se il mercato del mattone in Italia sembra al momento in una situazione di stallo a causa della crisi economica che il nostro Paese sta affrontando, della mancanza di liquidità delle banche, che nei mesi scorsi, hanno alzato i loro spread, qualcosa sembra muoversi dopo il piano della Bce annunciato dal presidente Mario Draghi, piano che come prima conseguenza ha portato un immediato abbassamento dello spread.

Trend che dovrebbe continuare, portando il differenziale ad abbassarsi sotto i 300 punti e andare verso i 200 punti, e i benefici dovrebbero vedersi anche nell’economia reale per prestiti e muti in primis, con un abbattimento dei tassi di interessi e banche più propense a dare i mutui, cosa che porterebbe ad ottenere più mutui, considerando il deciso calo, secondo i dati attestato al –44%, registrato nei primi otto mesi di quest’anno.

Il portale Mutui.it ha analizzato il settore del credito, studiando oltre 160mila richieste di mutuo che gli utenti hanno inviato. Dall'indagine è emerso il calo di domande da parte di famiglie monoreddito.

Secondo i dati raccolti da Mutui.it, solo il 2% delle richieste di mutuo è formulato da famiglie monoreddito, ma i numeri riflettono difficoltà che si hanno nel chiedere un finanziamento per l'acquisto di una casa potendo far fede su un solo reddito dimostrabile, soprattutto considerando la diffidenza delle banche.

Dall’analisi emerge, inoltre, che tra i mutui richiesti, la richiesta media è pari a 122.000 euro, da restituire in un periodo lungo, quasi 23 anni e tra i mutui richiesti, il 66% è finalizzato all'acquisto della prima casa.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il