Pensioni: quattordicesima 2009 richiesta restituzione da Inps. Interrogazione Parlamentare

Quattordicesime da restituire: infuria la polemica



Nuovo pasticciaccio Inps: l’Istituto chiederà a 200mila pensionati che non ne avevano diritto la restituzione delle quattordicesime per l’anno 2009. L’ente sta scrivendo una lettera agli interessati per informarli che è stata versata loro una somma non dovuta e che il denaro ricevuto dovrà essere restituito in dodici rate mensili trattenute sulla pensione, a partire da novembre.

La quattordicesima è di solito prevista per tutti i pensionati con più di 64 anni e un reddito annuo di 8.649,84 euro. Per ottenerla è necessario esibire la dichiarazione dei redditi. Molti, però, secondo l'ente, hanno commesso errori e per questo motivo chi ha ricevuto dei soldi in più dovrà restituirli, per una somma che oscilla tra i 336 e i 504 euro.

Ma il Segretario generale dello Spi-Cgil Carla Cantone ha intanto annunciato che “Il prossimo 25 settembre incontreremo l’Inps e gli chiederemo conto delle lettere che sta per inviare sulla restituzione delle quattordicesime del 2009.

Di certo c’è che piove sul bagnato perché si tratta dell’ennesimo provvedimento ai danni di una categoria già duramente colpita dalle politiche senza equità operate dal governo.

E’ davvero inconcepibile che l’Inps operi dei controlli molto tempo dopo aver erogato la quattordicesima perché questo vuol dire che ogni anno ci ritroveremo con centinaia di migliaia di persone che dovranno rinunciare ad una parte della propria pensione. E’ un meccanismo che non può funzionare e che rischia di peggiorare ulteriormente la condizione dei pensionati e degli anziani nel nostro paese”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il