BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti 2012: tassi interesse e condizioni banche a confronto. I migliori

Prestiti personali: situazione in Italia e offerte attuali



 Mentre calano le richieste di credito al consumo nel primo semestre 2012, mercato dei prestiti che ha registrato un andamento decisamente negativo, le banche iniziano a proporre nuove offerte.

Secondo i dati EURISC- Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF, che raccoglie i dati relativi ad oltre 78 milioni di posizioni creditizie, il calo complessivo della richiesta prestiti del primo semestre del 2012 è dell'8%. La situazione del mercato dei prestiti appare peggiore se si analizza la tendenza dei primi 6 mesi dell'anno, che fa segnare un -8% rispetto al primo semestre del 2011, mentre si nota un vero e proprio crollo nel momento in cui si guarda agli anni precedenti, con un -23% rispetto al 2008.

Per quanto riguarda l'andamento di prestiti finalizzati e di prestiti personali la classe di durata più richiesta dei prestiti finalizzati nei primi sei mesi del 2012 è stata quella di un anno (32% del totale), mentre per i prestiti personali è stata quella di durata superiore a 5 anni (42%).

CorriereEconomia ha analizzato le offerte delle principali banche italiane, tra Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Ubi, Bnl, Bpm e Poste, ipotizzando due tipi di prestito personale, uno da 5mila euro in 24 mesi e uno da 15mila euro in 72 mesi. Se il Taeg medio per un prestito personale è oggi del 12,44% per 5 mila euro da restituire in due anni (significa un costo di 629 euro) e dell’11,35% per 15 mila euro da rimborsare in sei (esborso medio 5.335 euro).

A gennaio quest’ultimo dato era dell’11,89% (ma per una durata di 75 mesi), questi tassi sono stati leggermente ritoccati all’insù da Intesa (dal 10,80% al 10,95%) e Bnl (dal 10,98% all’ 11,26%, confronto con i 75 mesi); sono rimasti invariati per Unicredit e Ubi, mentre sono stati addirittura ridotti da Mps e Poste. Nel caso dei 5 mila euro, il costo di rimborso più alto si ha in Unicredit con 700 euro ( Taeg15,17%), il più basso in Bnl con 509 euro (11,32%), mentre nel caso dei 15 mila euro, la banca più cara resta Unicredit con 6.623 euro (14,25%), mentre la più conveniente risulta Bnl con 4.736 euro.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il