BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso Scuola: bando alle ore 10-11. Le novità e ultime notizie

Esce il bando per il concorso per la scuola 2102: novità e come si svolge



Tra le 10 e le 11 di questa mattina sarà pubblicato e disponibile sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo bando per il concorso per la scuola 2012, per 11.542 nuovi insegnanti di ruolo. Di questi, 7.351 otterranno la loro cattedra a partire dall’anno scolastico 2013-14, mentre per gli altri 4.191 dal 2014-15.

Il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, ha promesso che da questo concorso non nasceranno nuove graduatorie. Dal giorno della pubblicazione del bando, cioè oggi, chi sarà in possesso dei requisiti avrà 30 giorni di tempo per iscriversi.

Possono accedere al concorso coloro che siano in possesso dell’abilitazione; docenti in possesso del titolo di laurea, purchè conseguito entro il 2001/02 per corsi quadriennali, 2002/03 per i corsi quinquennali e 2003/04 per i corsi esaennali; diplomati (ISEF, Conservatori, Accademie) che hanno conseguito i diplomi entro l’anno in cui si conclude il periodo prescritto dal relativo piano di studi a decorrere dall’anno accademico 1998/99.

Per la scuola primaria e dell'infanzia, potranno partecipare alla selezione gli abilitati, i laureati in Scienze della formazione e anche i diplomati entro l'anno scolastico 2001/2002; per la scuola secondaria di primo e secondo grado, l'accesso alle prove sarà riservato a coloro che sono già in possesso di un'abilitazione all'insegnamento e ai laureati in possesso di un titolo di studio del vecchio ordinamento, conseguito entro l'anno 2001/02, per i corsi di studio quadriennali, 2002/03 per quelli quinquennali e 2003/04 per quelli di sei anni di durata.

Il concorso partirà con lo svolgimento della preselezione, che si terrà il prossimo dicembre, sarà online, e permetterà di valutare i risultati dei test nell’arco di pochissimi minuti: i candidati sapranno subito se hanno superato la preselezione oppure no.

La prova preselletiva consisterà in 50 domande, confermate le 7 domande sulle conoscenze informatiche e le 7 sulla conoscenza di una lingua comunitaria e i minuti a disposizione per completare la prova saranno 50. Per passare la prova bisognerà dare 40 risposte corrette. Le 50 domande saranno scelte da un software in modo casuale, su una batteria di 3.500 domande che verranno rese pubbliche in largo anticipo così che i candidati possano esercitarsi per prepararsi all’esame.

Coloro che supereranno la preselezione potranno accedere alla prova scritta, che si svolgerà a gennaio 2013 e consisterà in una prova di verifica delle competenze disciplinari con domande su argomenti specifici. Chi supererà la prova scritta sosterrà poi quella orale, che consisterà in una simulazione di una lezione per verificare l’abilità didattica dell’insegnante. Le prove d’esame si concluderanno alla fine di luglio 2013.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il