BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: stop ai contanti dal 1 Ottobre. Le nuove regole per pagamenti

Pensioni non più in contanti dal prossimo ottobre. Come fare



Partirà dal prossimo mese di ottobre il sistema del pagamento pensioni tramite moneta elettronica e non più in contanti. Tutti i pensionati che, infatti, ricevono un assegno pensionistico mensile superiore ai mille euro dovranno aver aperto un conto corrente presso una banca o la Posta su cui poter addebitare la somma.

La novità è stata sancita dal decreto Salva Italia (convertito con la legge 214 del 2011) che ha previsto l'utilizzazione di strumenti di pagamento elettronici, messi a disposizione da banche e uffici postali (comprese le carte prepagate), per pagare stipendi, pensioni e compensi continuativi di importo superiore a 1.000 euro.

L'obbligo di pagare le pensioni con strumenti elettronici sarebbe scattato dal primo luglio 2012 ma il problema è che secondo l'Inps ad oggi sono ancora pochissimi coloro che hanno scelto uno strumento alternativo ai contanti e moltissimi devono ancora scegliere le modalità elettroniche di pagamento da utilizzare per l'accredito della pensione.

Per questo l'Inps consiglia a chi non abbia ancora provveduto, per evitare difficoltà nella riscossione della rata di pensione di ottobre, di comunicare le modalità di pagamento elettronico al proprio ufficio pagatore, che sia una banca o una delle sedi di Poste italiane, o alla sede Inps che gestisce la pensione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il