BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui: agevolazioni per giovani e aiuti per sospendere rate. Novità 2012 in Lombardia

Nuove opportunità di aiuto per famiglie e coppie in difficoltà in Lombardia: cosa prevedono



Non sono pochi i casi in cui oggi, a causa delle difficoltà economiche che molti stanno vivendo, molti giovani e molte famiglie che hanno deciso da poco di acquistare casa stipulando mutui hanno qualche problema nel pagamento delle rate mensili.

E proprio per venire incontro a queste categorie disagiate, la Regione Lombardia, in collaborazione con le banche Intesa San Paolo e Unicredit e Finlombarda (società finanziaria di regione Lombardia), ha predisposto quattro nuove opportunità di aiuto per chi ha comprato casa o vuole comprarla e si trova in difficoltà economica.

Quattro le opportunità: la prima è una ‘Misura Salva Mutui’, la seconda è una agevolazione alle giovani coppie per l’acquisto della prima casa, la terza è un fondo per il sostegno abitativo ai cittadini con forte disagio acuto, e l’ultimo è un contributo straordinario alla locazione. Le principali richieste sono le prime due.

La misura Salva Mutui riguarda cittadini residenti in Lombardia che a causa della crisi si trovano in difficoltà nel pagamento delle rate del mutuo stipulato per la prima casa. Grazie ad un accordo con Banca Intesa San Paolo, si può sospendere il mutuo per un periodo massimo di 12 mesi o dilazionare il rateo fino a 40 anni abbassando in questo modo l’importo della rata mensile.

Può usufruire di questa opportunità chi ha perso il lavoro, chi ha subito sospensioni dal lavoro o riduzioni dell’orario per un periodo di almeno 30 giorni e chi ha subito un decesso in famiglia o si trova in condizioni di non autosufficienza.

Per accedere all’aiuto si può presentare la domanda fino al 31 gennaio 2013. Regione e Unicredit hanno sottoscritto un altro accordo che permette a chi è debitore in difficoltà economica di vendere la propria abitazione a Unicredit Managment immobiliare Spa e saldare il debito residuo con i proventi della vendita. Si rimane però tra le quattro mura da affittuari, per 4+4 anni, a un canone sostenibile.

Al quinto anno o all’ottavo anno poi si può ricomprare l’immobile allo stesso prezzo al quale è stato venduto a Unicredit. La condizione in questo caso è essere mutuatari della società Unicredit. L’agevolazione per le giovani coppie arriva da Regione e Finlombarda che danno un contributo a fondo perduto per l’abbassamento di 2 punti percentuali del tasso del mutuo per i primi 5 anni.

Per accendervi bisogna avere contratto matrimonio dal 1 giugno 2012 al 31 maggio 2013, aver acquistato la prima casa a un prezzo massimo di 280mila euro, e aver stipulato un mutuo di durata non inferiore a 20 anni con una banca convenzionata con Finlombarda.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il