BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni: tutte le novità dal 1 Ottobre 2012

Pensioni: al via da oggi pagamento con moneta elettronica. Le novità



Al via da oggi, lunedì primo ottobre, lo stop al sistema di pagamento delle pensioni in contanti: da oggi si paga tramite moneta elettronica. Tutti i pensionati che, infatti, ricevono un assegno pensionistico mensile superiore ai mille euro dovranno aver aperto un conto corrente presso una banca o la Posta su cui poter addebitare la somma.

La novità è stata sancita dal decreto Salva Italia (convertito con la legge 214 del 2011) che ha previsto l'utilizzazione di strumenti di pagamento elettronici, messi a disposizione da banche e uffici postali (comprese le carte prepagate), per pagare stipendi, pensioni e compensi continuativi di importo superiore a 1.000 euro.

L'obbligo di pagare le pensioni con strumenti elettronici sarebbe scattato dal primo luglio 2012 ma il problema è che secondo l'Inps ad oggi sono ancora pochissimi coloro che hanno scelto uno strumento alternativo ai contanti e moltissimi devono ancora scegliere le modalità elettroniche di pagamento da utilizzare per l'accredito della pensione.

Per i pensionati impossibilitati a recarsi presso gli uffici postali o bancari per gravi ragioni di salute o per provvedimenti restrittivi della libertà personale, è stato previsto un soggetto delegato alla riscossione con possibilità di aprire un conto corrente o un libretto di risparmio postale su cui verrà accreditato il pagamento.

Da oggi, poi, bisogna presentare esclusivamente in via telematica domanda per l’assistenza al familiare disabile. La presentazione delle domande deve avvenire online, collegandosi direttamente al portale dell’istituto (www.inps.it), attraverso i servizi telematici dei patronati o contattando il numero verde del Contact Center Multimediale (803164).

Il servizio è disponibile sul sito dell’istituto nella sezione Servizi Online, attraverso il seguente percorso: Al servizio del cittadino- Autenticazione con PIN o Carta Nazionale dei Servizi- Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito Disabilità- Permessi Legge 104/92. Una volta completata la procedura, la domanda viene protocollata e il sistema genera la ricevuta di presentazione della stessa e il rispettivo modello precompilato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il