BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa: ricorsi accettati al Tar del Lazio. E presto molti altri

Accolti dal Tar primi ricorsi per i Tfa



Ancora in discussione i Tfa, tirocini formativi attivi pensati per chi ha intenzione di insegnare ma decisamente ‘sotto processo’, a causa degli errori riscontrati nella formulazione proprio delle domande. I giudici del Tar Lazio, nella prima Camera di Consiglio utile confermano la tesi dell’Anief: il concorso mostra troppi errori di cui i ricorrenti esclusi non hanno alcuna colpa.

Nel testo è scritto che ‘esaminate le censure svolte nel ricorso; esaminata la istanza cautelare proposta per ottenere la ammissione alle prove scritte relative al procedimento indetto per la formazione iniziale degli insegnanti delle scuole; che la domanda di sospensione cautelare, in considerazione delle censure proposte dai ricorrenti appare al Collegio accoglibile, si accoglie la domanda di sospensione cautelare (dei verbali e degli atti della commissione degli esperti e dell’elenco degli esclusi nei diversi atenei)’.

Soddisfatto Marcello Pacifico, presidente dell’Anief, che ha detto: “Abbiamo denunciato fin da subito le irregolarità nella somministrazione dei test preselettivi, arrivando persino a correggere le correzioni della commissione di esperti universitari nominata con urgenza dal Ministro.

Nelle centinaia di pagina di memoria, i nostri legali hanno allegato tutti i quesiti ritenuti sbagliati, mal formulati o ambigui. Ora la selezione può procedere con serenità per tutti coloro che si sono rivolti all’Anief per ottenere giustizia”. Ma le proteste non finiscono qui, perché son pronti ad arrivare anche nuovi ricorsi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il