BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero treni 2 ottobre: mezzi fermi da Milano a Napoli. Stop bus, metro a Roma, Torino, Firenze

Fermi bus, tram, treni e metro secondo diverse modalità



Martedì nero per i trasporti pubblici: fermi oggi 2ottobre bus, tram, metro e treni per l'intera giornata, per lo sciopero nazionale proclamato unitariamente dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti e Faisa-Cisal, per il mancato rinnovo del contratto scaduto nel 2007.

Fermi anche tutti gli addetti ai servizi ferroviari di pulizie, accompagnamento notte e ristorazione a bordo treno. Lo sciopero creerà disagi nelle principali città italiane: a Milano riguarderà sia i mezzi Atm che i treni di Trenord con stop dalle 8:45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio. Sempre a Milano in vista dello sciopero sarà sospesa l’area C.

I treni Regionali, linee Milano-Seveso-Asso, Milano-Como, Milano-Varese-Laveno, Milano-Novara, Brescia-Iseo-Edolo- eSuburbani, S1, S2, S3, S4 ed S13 potrebbero subire ritardi, variazioni di percorso o cancellazioni, così come i collegamenti aeroportuali Milano Cadorna/Milano Centrale- Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto- Bellinzona. Trenord informa comunque che saranno garantiti i servizi minimi sulle linee d’interesse regionale dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21, mentre tutti i treni TPER che circolano sul servizio regionale delle linee Ferrara-Suzzara, Ferrara-Codigoro, Ferrara-Bologna, Bologna-Portomaggiore e Ferrara-Ravenna potrebbero essere soppressi o subire ritardi.

A Torino lo sciopero inizierà alle ore 6 e fino alle 9 e poi dalle 12 alle 15. A Firenze, lo stop dei mezzi Gest Tramvia inizierà dalle 6:30 alle 9:30 e dalle 17 alle 20, mentre per i trasporti di Venezia-Mestre si seguirà l’orario 9-16:30 e 19:30-fine turno. A Roma, invece, lo sciopero coinvolge i mezzi Atac, Roma Tpl e le ferrovie Roma-Lido, Termini–Giardinetti, Roma-Civitacastellana-Viterbo, mentre a Napoli si seguiranno gli orari 8:30 fino alle 17 e 20 a fine servizio.

A Bologna i bus si fermeranno dalle 8:30 alle 16:30 e dalle 19:30 a fine servizio. A Napoli stop dalle 8:30 alle 15 e dalle 20 in poi, a Bari lo sciopero è indetto dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 15:30 a fine servizio; a Cagliari dalle 9:30 alle 12:45 e poi dalle 14:45 alle 18:30 e dalle 20:00 a fine servizio; e a Palermo tutto fermo dalle ore 8:30 alle 17:30.

Lo sciopero si svolgerà, dunque, secondo diverse modalità città per città e nel rispetto della garanzia dei servizi minimi e delle fasce orarie. Filt, Fit, Uilt, Uglt e Faisa tornano a chiedere la chiusura del contratto: “Chiuderlo in tempo comporterebbe il consolidamento del processo verso il nuovo Ccnl della Mobilità, elemento fondamentale di stabilità per il risanamento ed il rilancio del settore”.

Per i sindacati, inoltre, la sottoscrizione del contratto rappresenterebbe il riconoscimento del diritto degli autoferrotranvieri alla difesa dell'occupazione, del reddito, della quantità e della qualità del servizio offerto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il