Mutui Ottobre a tasso variabile ottobre 2012: le migliori offerte a confronto

Scegliere mutuo a tasso variabile: le migliori offerte del momento



Decidere di acquistare casa oggi e accendere un mutuo è sempre un’operazione su cui è necessario riflettere e non poco, soprattutto per la scelta del mutuo da preferire. La domanda sempre ricorrente è: meglio fisso o variabile?

Al momento  se il variabile resta il più conveniente, con il tasso sotto il 2% grazie all'incredibile livello cui è sceso l'Euribor, sul lungo periodo potrebbe presentare qualche rischio, se si dovesse registrare una forte risalita dell'Euribor.

Per quanto riguarda il fisso, nonostante preveda rate più alte, è la tipologia sempre preferita da chi non vuole correre rischi e decide di pagare anche qualcosina in più, dormendo però sogni tranquilli, nel senso che se anche l’andamento del mercato dovesse cambiare, le rate del tasso fisso non cambierebbero comunque.

Nonostante questa tranquillità sono sempre più gli italiani che continuano a preferire il variabile e per aiutarli nella scelta del migliore, proponiamo oggi le offerte più convenienti di questo ottobre 2012. Supponendo di voler acquistare un immobile del valore di 200mila euro e richiedere un mutuo di 100mila, da parte di due impiegati a tempo indeterminato, 35enni, che guadagnato uno stipendio medio, in due, di 3mila euro, la scelta migliore sarebbe il Mutuo Variabile di Webank, che non prevede alcuna spesa, ha durata di 10 anni e prevede una rata mensile di 973 euro.

A seguire troviamo Domus Variabile di Intesa Sanpaolo, che prevede una rata mensile di 990 euro, anch’esso di durata decennale ma con una spesa di istruttoria di 600 euro. Zero spese, invece, per Mutuo Arancio di IngDirect, che prevede una rata mensile di 999 euro, ha durata 10 anni e un taeg del 3,84% e un tasso del 3,72%.

Infine, troviamo anche la proposta Mutuo a Tasso variabile Euribor di Banca Popolare di Milano, che prevede il pagamento di una rata mensile di 998 euro, ha una durata di 10 anni, prevede 400 euro di pagamento istruttoria e ha un taeg del 4,16% e un tasso del 3,73%.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il