BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: legge per riforma del Decreto Fornero pensioni settimana prossima in Aula

Questione esodati in Aula la prossima settimana: il dibattito



Approderà in Aula la prossima settimana la nuova legge delle riforma Fornero che porrà al centro la questione degli esodati. “I lavoratori rimasti senza reddito a causa della sua riforma sono persone e come tali vanno trattate. Per questo, alle correzioni finora apportate, che hanno consentito di salvaguardare 120 mila lavoratori, bisogna aggiungere un altro intervento che risolva definitivamente il problema.

La proposta di legge 5103, che verrà discussa la prossima settimana alla camera, rappresenta la giusta occasione che il governo deve cogliere”, secondo quanto sostenuto da Cesare Damiano, capogruppo Pd in Commissione Lavoro a Montecitorio.

Secondo Damiano, “La mobilitazione unitaria dei sindacati a sostegno di questa proposta è un importante fatto di convergenza con l'azione del parlamento che testimonia l'esigenza di sanare una rilevante questione sociale.

Nel corso del dibattito parlamentare misureremo anche la coerenza di tutti partiti su una proposta che, non scordiamolo, è stata votata all'unanimità nella commissione lavoro della Camera il 7 agosto scorso”.

Intanto è in programma per il prossimo 9 ottobre il presidio di Cgil, Cisl e Uil a piazza Montecitorio per chiedere al Parlamento di accelerare la discussione e l'approvazione di una legge che allarghi la salvaguardia dai nuovi requisiti pensionistici per i lavoratori esodati, a partire dal testo del disegno di legge unificato, approvato all'unanimità dalla Commissione lavoro della Camera dei deputati.

Ad annunciarlo sono stati gli stessi sindacati in una nota congiunta. Le tre sigle sindacali, infatti, ritengono che la questione dei lavoratori esodati, delle ricongiunzioni onerose e della proroga delle deroghe già previste dal D.lgs 503/92 rappresentino una vera e propria emergenza sociale, cui deve essere data una risposta definitiva e strutturale in tempi brevi.

E mentre il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, chiede ai sindacati di dimostrare senso di responsabilità sulla vicenda, il segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, risponde: “I lavoratori che chiamiamo esodati sono persone che hanno perso il lavoro perchè in esubero nelle aziende, il cui reddito garantito dagli ammortizzatori sociali o dagli incentivi ottenuti dai datori di lavoro per la cessazione anticipata dell'attività li avrebbe comunque condotti fino alla pensione” e chiede al ministro Fornero di “lavorare insieme al Parlamento per risolvere i problemi aperti che minano la coesione sociale”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il