BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Diritti camerali: versamenti non pagati. Multe saranno riviste. Novità entro 2012

Nuovo regolamento su diritti camerali: ipotesi allo studio



In arrivo un nuovo regolamento per i diritti camerali. Il diritto camerale è un diritto dovuto annualmente alla Camera di Commercio da parte di tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese al primo gennaio di ogni anno, e dalle imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese nel corso dell’anno di riferimento.

Considerando i problemi di calcolo e le sanzioni ritenute a volte eccessive registrate in alcune città di Italia, il Ministero dello Sviluppo economico è al lavoro per cercare di uniformare le sanzioni per chi non versa il diritto alla Camera di commercio.

E se finora si può verificare che per non pagare 51 centesimi di diritto, le imprese rischiano di pagare anche 26 e oltre euro di sanzione, il Ministero punta all’uniformità nella disciplina del diritto camerale. Dovrebbero essere, dunque, riviste le multe già recapitate se i cambiamenti dovessero davvero essere approvati.

Intanto, si continua a discutere anche della questione del rimborso Iva sulla tassa dei rifiuti, una questione decisamente complicata e irrisolta,  sui cui adesso stanno  intervenendo alcune Procure.

Dopo le sentenze della Corte costituzionale prima, la n. 238 del 2009, che ha stabilito l’illegittimità dell’Iva sulla Tia, e la n. 3756 del 9 marzo 2012,della Suprema Corte di Cassazione poi, la questione del rimborso Iva sulla tassa sui rifiuti è ancora aperta.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il