BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Etf in Italia 2012: le ultime novità dopo 10 anni dal lancio. Come usarli al meglio

Etf: cosa sono e come funzionano



Dal debutto dei primi Etf fino allo scorso mese di agosto, sono passati dieci anni e a Piazza Affari sono stati realizzati oltre 15,5 milioni di contratti, per un controvalore complessivo superiore ai 371 miliardi di euro.

Gli exchange traded fund sono strumenti in grado di replicare un determinato indice e subito soprannominati ‘cloni’. Gli Etf sono penetrati velocemente nei mercati europei, destando interesse come alternative, ad esempio, alla negoziazione diretta dei titoli o all'acquisto di materie prime da parte di investitori istituzionali e retail.

Gli Etf si caratterizzano come una via di mezzo tra un’azione e un fondo e consentono di sfruttare i punti di forza di entrambi gli strumenti. Caratteristica principale di questo strumento è costituita dall'indicizzazione: gli Etf replicano, infatti, passivamente la composizione di un indice di mercato (geografico, settoriale, azionario o obbligazionario) e di conseguenza anche il suo rendimento.

Se ad esempio l'indice S&P 500 si apprezza del 2%, l'Etf legato all’S&P 500 registrerà un rialzo della stessa proporzione. Secondo un’analisi condotta dal Sole24Ore, nel corso di questo decennio, caratterizzato anche dal costante incremento del numero di prodotti e di emittenti, si sono susseguite innovazioni e nuove tendenze e, per esempio, dai primordiali prodotti che replicano l'andamento dei listini azionari delle principali Piazze finanziarie, a quelli dei Paesi emergenti, per poi passare sulla scia della crisi dei mercati agli Etf short, i cosiddetti ribassisti che, insieme agli strumenti a leva, che amplificano i movimenti del sottostante, sono il frutto dell'innovazione finanziaria che negli ultimi anni sono cresciuti sul mercato dei replicanti.

La concorrenza ha spinto gli emittenti a utilizzare strumenti derivati per migliorare la replica dei vari asset, introducendo però nel contempo ulteriori elementi di rischio. 

L'Etf, quindi, va visto come un prodotto efficiente e, come qualsiasi altro strumento finanziario, va comunque valutato con cautela e attenzione. Attualmente gli 11 emittenti presenti a Piazza Affari presentano nella loro gamma di offerta 543 Etf standard, 71 strutturati e 184 Etc/Etn, da inizio anno crescono i prodotti che offrono la replica dei più variegati segmenti dell'obbligazionario. In una situazione di elevata volatilità il reddito fisso consente una maggiore prevedibilità e stabilità dell'investimento rispetto all'equity.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il