BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Migliori azioni Italia Ottobre 2012: consigli e migliori titoli per investire

Azioni 2012: le migliori e previsoni



In questo periodo di turbolenza finanziaria, alternata ad attuali momenti di ripresa, grazie soprattutto al piano antispread presentato dal presidente della Bce, e grazie al quale lo spread fra btp e bund è tornato a scendere e le Borse hanno ripreso a prender quota, ci si chiede quale sarà il destino dei listini azionari.

A fornire una sorta di risposta a questo dubbio è stata un’analisi di Corriereconomia, che sottolinea come il nostro listino, specchio delle grandi difficoltà di crescita del Paese ma anche della particolare qualità che il made in Italy può offrire al mondo, sia in rosso di oltre il 60% se si prende come riferimento l'ultimo massimo storico, raggiunto nel lontanissimo maggio 2007.

Nonostante la tempesta, però, alcuni titoli italiano ci hanno guadagnato, da Campari a Saipem, ad eccezione dei titoli bancari, in cui però non rientrano A2A, Finmeccanica e Mediaset.

In questo contesto, JP Morgan è convinta che Campari continuerà a correre arrivando a registrare un aumento dei margini sul portafoglio spirit grazie al potenziamento della rete distributiva. Il portafoglio è composto dagli aperitivi (Aperol/Campari), da marchi come Skyy vodka, Wild Turkey Bourbon e dai rum acquistati di recente.

Gli analisti ritengono, inoltre, che tra le migliori opportunità di Piazza Affari, ci siano anche Prysmian e Luxottica. Bene anche, nonostante le aspettative, Mediolanum e Azimut, perché per ragioni diverse queste due società hanno un buon potenziale di upside.

Mediolanum perchè è molto esposta nei suoi portafogli ai Btp e di conseguenza potrebbe avvantaggiarsi di un calo degli spread sui titoli di Stato italiani; e Azimut perchè è in piena espansione in un anno che è stato molto positivo per il settore del risparmio gestito e in cui le commissioni di gestione potrebbero risultare su livelli da record. Bene anche le grandi utilities di rete, Snam e Terna, ma anche Enel.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il