BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Allarme Fmi: crisi economica mondiale 2012 si aggrava. Pil italiano ancora più basso

Pil in calo: è allarme disoccupazione in Italia



Pil italiano in calo e disoccupazione in crescita: non sono per niente ottimistiche le previsioni sul futuro del Fondo Monetario Internazionale. Secondo le stime, infatti, il pil italiano registrerà un calo del 2,3% e dello 0,7% rispettivamente nel 2012 e nel 2013 e rispetto alle ultime stime di luglio del Fondo la crescita è stata tagliata dello 0,4%.

Destinata a crescere poi anche la disoccupazione in Italia secondo il Fmi: dall'8,4% del 2011 al 10,6% nel 2012 e ad un picco dell'11,1% nel 2013, poco sotto l'11,5% della media di Eurolandia dove spiccano paesi come Spagna e Grecia oltre il 25%. La Francia toccherà il 10,5% e la Germania il 5,3%.

L'allarme lavoro riguarda il complesso delle economie avanzate, spiega il Fondo monetario internazionale nel World Economic Outlook di ottobre, e più del 10% della forza lavoro resterà disoccupata nel 2013 in Europa mentre il rapporto in Grecia e Spagna sale appunto a uno su quattro.

Più in generale, osserva il Fondo monetario, almeno la metà dei giovani sono senza lavoro nei paesi periferici dell'Eurozona. Secondo l'Fmi inoltre, difficilmente la ripresa arriverà prima di fine 2013, quando la variazione del Pil quarto trimestre su quarto trimestre risulterà ancora invariata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il