BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Federalismo: legge stabilità apporta modifiche e novità oltre a nuovi tagli regioni

Ok alla riforma del titolo V della Costituzione: cosa prevede



Ammontano a 1 miliardo di euro i tagli lineari previsti dalla prima spending review per le regioni a statuto speciale. Arrivano poi 160 milioni alla Campania e circa 130 milioni per il Fondo per i comuni in condizioni di predissesto. Previsto il blocco poi all'affitto e all'acquisto di nuovi immobili da parte di tutte le amministrazioni pubbliche, all'acquisto e il leasing di autovetture e prevista anche una stretta per l'acquisto di arredi e per le spese di consulenze informatiche: queste sono le novità per le Regioni contenute nella nuova Legge di Stabilità.

Intanto il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera anche Consiglio dei ministri al ddl di riforma del Titolo V della Costituzione, contenente misure per accrescere la competitività dell'Italia e rimuovere alcuni impedimenti strutturali.

Le novità prevedono che porti, aeroporti ed energia tornino sotto l'esclusiva competenza dello Stato; via la competenza concorrente alle Regioni in materia di rapporti internazionali e comunitari; passano poi alla legislazione esclusiva dello Stato anche l'armonizzazione dei bilanci pubblici e il coordinamento della finanza pubblica e del sistema tributario, mentre sui bilanci delle regioni interverrà il controllo della Corte dei Conti.

La riforma riguarda anche le Regioni a statuto speciale che saranno chiamate a rispettare il patto di stabilità. Nella bozza si legge che dovranno partecipare al principio dell'equilibrio di bilancio e al patto di stabilità. In particolare si legge che ‘In materia finanziaria l'autonomia si svolge nel rispetto dell'equilibrio dei bilanci e concorrendo con lo Stato e con gli altri enti territoriali ad assicurare l'osservanza dei vincoli economici e finanziari derivanti dall'ordinamento dell'Unione europea’.

Secondo la bozza portata in Consiglio dei ministri, lo Stato ha, inoltre, legislazione esclusiva anche in materia di porti marittimi e aeroporti civili, di interesse nazionale e internazionale, grandi reti di trasporto e di navigazione; ordinamento della comunicazione; produzione, trasporto e distribuzione nazionale dell'energia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il