BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni a 57-59 dal 2013 al 2017: novità con Legge Damiano per modifica Riforma Fornero

In pensione prima con proposta Damiano: troppo costoso



C’è chi ci spera e chi si batte perché questa ormai ribattezzata controriforma sulle pensioni venga approvata. Il motivo? Permetterà di andare in pensione prima, ammorbidendo le misure della riforma Fornero, per alcuni insostenibili.

Il ddl proposto dall'ex ministro Cesare Damiano e condiviso da Pd, Pdl, Udc e opposizioni, ma che non incontra il favore del governo e dello stesso ministro del Lavoro Fornero, vorrebbe offrire ai lavoratori tra 57 e 59 anni la possibilità di andare in pensione con 35 anni di contributi fino al 2017.

Mentre, infatti, i partiti, tutti d’accordo hanno già presentato alla Camera 5 articoli che unificano le proposte di legge Damiano, Dozzo (Lega) e Paladini (Idv) e hanno ricevuto anche il voto di Pdl (tranne Giuliano Cazzola), Udc, Fli, Pt (Popolo e territorio), il ministro del Lavoro Elsa Lavoro invita i partiti a non demolire l’impianto della riforma delle pensioni.

Le proposte prevedono un ulteriore ampliamento della platea degli esodati da salvaguardare e un nuovo canale di pensionamento che riporta in vita la possibilità di lasciare il lavoro a 57-59 anni. L’obiettivo è introdurre la sperimentazione fino al 2017 della possibilità di andare in pensione prima per uomini e donne: per i lavoratori dipendenti 58 anni (57 le donne) fino a tutto il 2015 e poi 59 (58 le donne) fino alla fine del 2017, purché si siano raggiunti però 35 anni di contributi e ricevendo un assegno più leggero.

Oggi con la riforma Fornero per andare in pensione anticipata, invece, ci vogliono almeno 42 anni e un mese di contributi (41 e un mese per le donne) e 62 anni di età. Ma dopo l’incontro tra il ministro Fornero e la Commissione Lavoro sembra che la discussione sull’argomento si sia placato. Il motivo?  Secondo la Ragioneria tale misura costerebbe 17 miliardi circa nel decennio. Ai quali si aggiungerebbero altri 13 miliardi circa per ampliare la platea degli esodati (altro obiettivo della proposta Damiano) a fronte dei 5 miliardi previsti dalla proposta di legge.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il