BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aumento orari insegnanti scuola legge stabilità 2012: stipendi più bassi e tagli personali

Cosa cambia per il mondo della scuola con la nuova Legge di Stabilità



Novità sugli orari degli insegnanti che si tradurrebbero in un taglio degli organici: la Legge di stabilità, approvata solo qualche giorno fa dal governo Monti, porta rivoluzioni anche nel mondo della scuola, che tra l’altro oggi scende in piazza.

Le nuove misure, che provocano un deciso malcontento, riguardano soprattutto l’aumentare dell'orario di lavoro degli insegnanti, compresi quelli a 18 ore, che verrebbero portati tutti a 22/24 ore e significherebbe un aumento di quattro o sei ore che coinvolgerebbe anche gli insegnanti di sostegno.

Le conseguenze saranno, dunque, maggiori carichi di lavoro per i docenti, la riduzione di migliaia di supplenze per gli  spezzoni e di quelle brevi. Secondo i sindacati: “Siamo di fronte all'ennesimo taglio di organico e risorse alla scuola pubblica, in perfetta continuità con il governo Berlusconi. Vogliono privatizzare il sistema d'istruzione e la ricerca pubblica ritenuti un lusso che il Paese non può permettersi”.

Senza considerare il problema degli stipendi bloccati, e che risultano essere i più bassi d’Europa per coloro che lavorano nella scuola, gli accorpamenti di scuole, le mancate stabilizzazioni dei precari e la negazione del diritto alle ferie, il blocco delle immissioni in ruolo del personale Ata, e quello  delle pensioni e assenza di turn over.

 
Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il