BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte di credito 2012 in Italia: statistiche in aumento ma il problema sono i negozi

Cresce l’uso delle carte di credito in Italia ma non in tutti negozi si possono usare



Cresce l’uso della moneta elettronica in Italia e sempre più italiani si dotano di carte di credito:  due italiani su tre utilizzano con frequenza carte di credito e pre-pagate, e questa percentuale, secondo uno studio Sia commissionato a Ispo, l'istituto di sondaggi guidato da Renato Mannheimer, aumenterebbe se tutti gli esercenti fossero dotati di terminale Pos.

Ciò significa che non tutti i negozi offrono ai propri clienti la possibilità di pagare con carte bancomat o carte di credito, tendenza che dovrebbe decisamente cambiare, considerando soprattutto una nuova generazione (i giovani compresi tra i 18 e i 24 anni) che ha una fortissima voglia di innovazione.

Massimo Arrighetti, amministratore delegato Sia, dice, infatti, che “il futuro è rappresentato dai pagamenti con dispositivi cellulari che si sommano e integrano le carte di credito”.

Questa diffusione dovrebbe essere inoltre sostenuta da un altro fattore decisamente importante: sembra, infatti, che in Italia l’uso delle carte di credito, bancomat e prepagate nei pagamenti quotidiani è mediamente più sicuro che negli altri paesi Ue, come dimostra la diminuzione dell'incidenza delle frodi registrata nel 2011, ma il numero delle operazioni pro capite con ricorso a questi strumenti si conferma ancora nettamente inferiore rispetto agli altri cittadini europei.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il