BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondi di investimento etici 2012: rendimenti a confronto

Fondi etici: cosa sono e come funzionano



I fondi comuni d’investimento sono il prodotto tipico della finanza etica, soprattutto per i piccoli risparmiatori che intendono investire sui mercati con un approccio etico o socialmente responsabile.

I fondi etici, poco in Italia rispetto ad altri Paesi europei, sono fondi socialmente responsabili (Sri) o che adottano criteri Esg (environmental, social and governance) nella selezione degli investimenti. Cresciuti soprattutto negli anni 2000 in Italia, oggi rappresentano lo strumento più diffuso di finanza etica per gli investitori retail.

Gli approcci che vengono utilizzati dai vari fondi possono essere anche molto differenti, sostanzialmente riconducibili a due tipologie: da una parte i fondi che cercano di replicare nel loro portafoglio la composizione di un indice azionario etico (come quello appena introdotto per la Borsa di Milano), dall’altra quelli che scelgono una gestione attiva dell’investimento.

A fare la differenza tra un fondo e l’altro sono la presenza o meno di un Comitato etico, che supervisiona l’operato del gestore, la trasparenza sulla strategia e sul processo di selezione.

Alcuni fondi etici si appoggiano a un indice etico di riferimento, come ad esempio gli indici Dow Jones Sustainability Index o Ftse4Good, i più celebri a livello internazionale, oppure il nuovo indice etico Ftse Ecpi Italia Sri appena introdotto alla Borsa di Milano.

Il loro obiettivo è quindi quello di replicare, nel loro portafoglio, la composizione del paniere dell’indice. Altri fondi, invece, selezionano gli investimenti in base alle analisi condotte da società di consulenza esterne, specializzate sui temi della responsabilità sociale d’impresa e della sostenibilità.

E’ stato valutato in 84 miliardi il patrimonio gestito dai fondi socialmente responsabili, in Europa, nel 2011: in crescita del 12% rispetto all'anno precedente, con la Francia al primo posto per masse gestite (38%) e Italia e Austria all'ultimo posto con il 3%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il