BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge 104: nessuna modifica in Legge di Stabilità. Tutto rimane come prima

Testo definitivo su legge 104: cosa prevede



Non scompare la tassazione Irpef per le pensioni di guerra e sono stati confermati i tagli sulle detrazioni fiscali già sul reddito del 2012, nonostante ieri si parlasse dell'ipotesi di applicare le nuove restrizioni a partire dalle dichiarazioni dei redditi relative al 2013: queste alcune delle novità contenute nel testo definitivo della Legge di Stabilità, ufficializzato ieri.

Salta poi la tassazione sulle pensioni di invalidità che nella prima bozza sarebbe scattata sopra i 15mila euro di reddito e salta anche la norma che aveva ridotto i permessi e la retribuzione per i dipendenti pubblici che utilizzano i tre giorni di permesso mensile previsti dalla legge 104 in favore dell'assistenza a parenti disabili.

Soddisfazione, dunque, per la modifica alle restrizioni introdotte nella legge 104, e che riguardava solo i dipendenti pubblici. Sulla norma che tagliava del 50% la retribuzione per i tre giorni di permesso previsti per assistere un parente disabile, il Colle avrebbe individuato segni di incostituzionalità, perchè la stretta avrebbe creato uno squilibrio tra i diritti dei dipendenti pubblici e quelli dei lavoratori del settore privato.

Il permesso, infatti, era stato tolto per l'assistenza ai genitori e la retribuzione dimezzata per chi assiste moglie o figli disabili, ma solo nel pubblico impiego: il risparmio garantito era pari a 49,8 milioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il