BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Piano energia 2012: novità, investimenti e misure approvate Governo Monti

Nuovo Piano energetico 2012: cosa prevede



Ridurre i costi energetici, ridurre la bolletta energetica, allineare i costi italiani soprattutto all'ingrosso rispetto ai prezzi europei: questi gli obietti del nuovo Piano energia 2012. Il premier Mario Monti ha spiegato che “L'Italia cerca di darsi una strategia complessiva energetica e poiché si tratta di un argomento molto importante per imprese, cittadini e ambiente, il governo vi è seriamente impegnato”.

Con la Strategia energetica nazionale il governo punta a ridurre di circa 14 miliardi di euro la fattura energetica estera, rispetto ai 62 attuali. Tra gli altri obiettivi, anche la riduzione del 19% di emissioni di gas serra, il raggiungimento del 20% di incidenza delle rinnovabili, che dovrebbero diventare la prima fonte nel settore elettrico, sui consumi finali lordi, e il calo del 24% dei consumi primari rispetto all'andamento inerziale al 2020.

Il governo vorrebbe  mobilitare investimenti per circa 15 miliardi di euro (ma in totale il documento ne stima 180 tra green e white economy), 25mila nuovi posti di lavoro, e un risparmio sulla fattura energetica di circa 5 miliardi di euro l'anno. Nel testo si legge, ‘il governo non intende perseguire lo sviluppo di progetti in aree sensibili in mare o in terraferma, ed in particolare quelli di shale gas’.

 Tra gli altri obiettivi, la riduzione del 19% di emissioni di gas serra, il raggiungimento del 20% di incidenza delle rinnovabili sui consumi finali lordi, il calo del 24% dei consumi primari rispetto all'andamento inerziale al 2020.

Sul nuovo Piano energetico, Monti ha poi detto: “L'Italia non faceva qualcosa del genere dal 1988 e cioè viene presentata la strategia energetica nazionale. E' la prima volta da 15 anni che l'Italia cerca una strategia complessiva e siccome si tratta di una cosa di grande importanza avvieremo una grande consultazione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il