BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: soluzioni in Legge stabilità e proposta Moffa. I numeri continuano ad aumentare

Continua a far discutere la questione esodati: le novità



Si era parlato di 10mila esodati in più stimati che avrebbero dovuto aggiungersi ai primi 120mila salvaguardati ma dopo l’incontro tra il ministro Fornero e il presidente della Commissione Lavoro Moffa, il numero preciso degli esodati che si vanno ad aggiungere alla platea dei 120mila è di 8.900, e non è detto che si tratti della cifra definitiva e che saranno effettivamente tutelati.

Questa platea comprende una serie di lavoratori che sono andati in pensione in virtù di accordi nazionali, mentre rimangono fuori coloro che sono andati in pensione sottoscrivendo accordi di esodo volontario su base territoriale.

Per gli altri 8.900 lavoratori esodati che matureranno tra il 2013 e il 2014 il diritto alla pensione, e che dunque devono essere salvaguardati per evitare che restino senza reddito, il costo dell'operazione dovrebbe essere di circa 440 milioni.

La cifra indicata dal Ministro, ha puntualizzato Moffa, “non considera i licenziamenti individuali o l'uscita dal lavoro in base ad accordi territoriali. Dati che l'Istituto previdenziale non è tuttora in grado di fornire. Il governo dovrà inoltre individuare la copertura per questi ulteriori esodati”.

Intanto Cesare Damiano, capogruppo Pd in commissione Lavoro alla Camera, annuncia “emendamenti unitari che traggono lo spirito dal nostro testo unificato” e riferendosi alle misure previste dalla Legge di stabilità puntualizza: “Un fondo è un passo avanti, ma non deve essere assistenziale e poi il finanziamento di 100 milioni non risolve il problema: noi vogliamo intervenire su precise situazioni, dai cosiddetti esodati, ai licenziamenti individuali e collettivi, a chi ha sottoscritto accordi mobili territoriali, agli insegnanti rimasti fuori per via della diversa temporalità dell'anno scolastico”.E ribadisce: “Non vogliamo che nessuno resti senza reddito”.Secondo Moffa, infine, da qui a un anno, e cioè per il 2014-2015, una soluzione sarà possibile e potrebbe essere possibile ampliare la platea dei salvaguardare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il