BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Vertice Ue 18-19 Ottobre: è scontro Merkel-Holland. Le novità e decisioni prese

No a supercommissari: le decisioni del Vertice Ue



La Ue, dopo il vertice di ieri, ha confermato l'impegno di giugno sull'Unione bancaria: accordo sul quadro politico a fine 2012 e messa in opera graduale nel 2013. Nella proposta originaria, la supervisione bancaria unica sarebbe dovuta cominciare dal primo gennaio 2013 per le banche sotto programma di aiuti, come quelle spagnole; dal primo luglio 2013 per quelle considerate dalla Bce sistemiche; e dal primo gennaio 2014 per tutte le 6000.

L’operatività del nuovo sistema non dovrebbe essere ritardata, dopo il vertice Ue. Ancora incertezza, invece, sull'avvio della ricapitalizzazione diretta delle banche da parte del fondo salva Stati Esm, prevista quando il meccanismo di sorveglianza sarà effettivo.

Secondo la cancelliera tedesca Merkel “Per la ricapitalizzazione delle banche bisognerà aspettare che la sorveglianza bancaria sia operativa e funzionante, un atto che prenderà del tempo e non uno o due mesi anche se in ogni caso lo sarà entro il 2013.

No, inoltre a supercommissario che vigilino sull’Europa: secondo il premier Mario Monti, infatti “Non paiono necessari nuovi meccanismi o super commissari”, in risposta alla proposta tedesca di un 'super commissario' che vigili sui conti pubblici dei Paesi dell'Eurozona. Bocciata la proposta anche dal presidente francese Hollande, che ha detto: “L'oggetto di questo Consiglio Ue è l'unione bancaria, non l'unione di bilancio”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il