BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Btp Italia: un successo. Su quali bot e titoli di stato italiani conviene ora investire

Investimenti convenienti di oggi: i consigli



Il nuovo Btp Italia indicizzato all’inflazione italiana, per la sua terza emissione, ha registrato un grande successo e terminato il suo collocamento si guarda ora a nuove alternative di investimento.

Il nuovo Btp Italia agganciato all'inflazione che dura quattro anni ha un rendimento minimo del 2,55% (comunicato dal Tesoro venerdì 12 ottobre) e un tasso effettivo lordo annuo che, considerando l'inflazione al 3%, dovrebbe arrivare intorno al 5,5%.

Secondo un’analisi di Corriereconomia, esistono diverse possibilità di investimento alternative, dai titoli inflation linked, di cui il Btp Italia è l'espressione più recente, ai i Btp tradizionali, all'investimento azionario di lungo periodo, meglio se orientato verso l’oro o il mattone. I tassi sui Btp decennali sono, infatti, tornati ai livelli del giugno 2011 e la situazione continuerà a migliorare.

Quasi tutti i Btp con scadenza fino ai quattro anni quotano sopra quel 100 su cui sono calcolate le cedole. Il primo a essere scambiato sotto la pari, a 99,1, è il Btpi (legato all'inflazione) con rimborso il 15 settembre 2017.

Poi, con scadenze più avanti nel tempo, le quotazioni variano molto da titolo a titolo, con dei picchi dove le cedole sono più alte: è il caso del Btp 1 novembre 2023, cedola al 9% che ieri quotava 133,75 contro il 116,73 dello scorso 24 luglio. Al risparmiatore resta quindi la scelta tra prezzo più contenuto ma cedola bassa e costo ben più alto con coupon più generoso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il