BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund sempre più in basso. I motivi e le previsioni possibili

Continua a scendere lo spread: situazione e previsioni



Continua a scendere lo spread fra btp italiani e bund tedeschi a dieci anni, appena sopra il minimo da marzo. Questa mattina lo spread quota 314 punti base, lo stesso livello della chiusura di ieri quando aveva toccato un minimo di seduta a 311 punti base.

Il rendimento del Btp decennale italiano è a 4,76%, il minimo dall'8 giugno 2011, in leggero calo dalla chiusura ieri a 4,777%. La discesa di tassi e spread è una boccata d'ossigeno per il Tesoro italiano che può contare su un salutare risparmio in termini di interessi sul debito. Un calo dello spread di 100 punti genera un risparmio potenziale di circa 9,6 miliardi.

Poco meno di 12 mesi fa, nella fase di agonia del governo Berlusconi, lo spread era salito a 575 punti-base. Da allora una discesa evidente, la risalita, e adesso il nuovo sospiro di sollievo. A portare decisamente al ribasso lo spread le ultime mosse europee su finanza e politica, tutte volte a sostenere il riassetto dell’eurozona.

Primo fra tutte l’ormai famoso piano antispread annunciato questa estate trascorsa dal presidente della Bce Mario Draghi. Nonostante questa situazione di ritrovato entusiasmo e fiducia sui mercati, le ombre non sembrano essere lontane.

Si teme infatti che le misure e le riforme strutturali che dovrebbero portare ad una completa uscita dalla crisi non vengano attuate nel migliore modi o nei tempi previsti e che il debito dei Paesi in difficoltà dell’eurozona continui a salire. Prevedere, però, oggi cosa succederà è comunque piuttosto difficile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il