BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni a 57-59 anni: emendamento in legge stabilità come per esodati unica soluzione

Nuovo emendamento per pensioni in Legge stabilità?



La soluzione sarebbe un nuovo apposito emendamento alla legge di stabilità così come per gli esodati: al centro della questione di nuovo il tema sulle pensioni e la possibilità di lasciare il lavoro a 57-59 anni.

Eppure la proposta sembra improbabile, considerando il no già arrivato dalla commissione Lavoro sulle proposta per la sanità di andare pensione fino al 2014 con le vecchie regole. La cosiddetta controriforma delle pensioni sarà di difficile attuazione: la Ragioneria di Stato ha già detto no e il ministro del Lavoro Elsa Fornero si dice contrario.

La proposta dell'ex ministro Cesare Damiano e condivisa da Pd, Pdl, Udc e opposizioni, vorrebbe offrire a tutti i lavoratori di 57-59 anni la possibilità di andare in pensione con 35 anni di contributi fino al 2017. La controriforma delle pensioni propone, dunque, un nuovo canale di pensionamento che riporta in vita la possibilità di lasciare il lavoro a 58 anni.

L’obiettivo è introdurre la sperimentazione fino al 2017 della possibilità di andare in pensione prima per uomini e donne: per i lavoratori dipendenti 58 anni (57 le donne) fino a tutto il 2015 e poi 59 (58 le donne) fino alla fine del 2017, purché si siano raggiunti però 35 anni di contributi e ricevendo un assegno più leggero, mentre oggi per andare in pensione anticipata servono almeno 42 anni e un mese di contributi (41 e un mese per le donne) e 62 anni di età.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il