BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Le migliori Borse su cui investire: classifica. L'Italia non c'è quasi sempre battuto da Bot e Btp

Maglia nera per la Borsa italiana. Vincono le emergenti



Maglia nera per la Borsa italiana, sempre superata da Bot e Btp,  che si colloca tra le 25 principali Borse internazionali per la performance degli ultimi dieci anni. Come emerge dalla pubblicazione Indici e Dati 2012 dell'ufficio studi di Mediobanca, riportata sul Sole24Ore, Piazza Affari ha segnato un rendimento medio annuo dal dicembre 2011 pari a -5,6%, il peggiore tra i mercati presi in considerazione, con un rendimento complessivo pari a -47,2%.

In coda ci sono anche la Finlandia (-5,1%) e l'Olanda (-4,7%). Il segno è negativo anche per  big come il Nyse (-1,2% annuo), Londra (-1,3%), Tokyo e Parigi (-1,4%). Poco meglio fanno la Germania (+0,1%) e il Nasdaq (+0,5%). Sono i mercati emergenti, invece, a ‘vincere’:  in pole position si trova la Borsa di Bombay con un ricco +13,5% medio annuo, pari a un 280% complessivo, davanti alla Russia (+13,1%), a Johannesburg (+12%), al Brasile (11,8%), alla Corea 7,7% , a Singapore e all'Australia (5,4%). Undicesima piazza per Shanghai (2%) e tredicesima per la Svizzera (1,5%).

A fine 2002 Piazza Affari era la nona Borsa del mondo, con 458 miliardi di euro di capitalizzazione, circa il 50% del Pil di allora, non distante dalla Borsa tedesca. A giugno 2012, poi, la Borsa Italiana è scivolata in 20esima posizione, dopo essere stata scavalcata dalle piazze emergenti, dal miglior andamento di alcune borse europee come Svizzera e Spagna e del mercato australiano e anche per il consolidamento di alcuni mercati, come quelli nordici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il