BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Oro: previsioni ultimi mesi 2012 e 2013. Come si può investire. I consigli

Torna a risalire l’oro: la convenienza di oggi



Nell’ultima seduta l’oro ha compiuto un veloce rimbalzo tecnico e si è spinto fino in area 1.718-1.718,5 dollari. Nonostante questo recupero la struttura grafica di breve termine rimane precaria con i principali indicatori direzionali, Macd e Parabolic Sar, che si trovano ancora in posizione short.

Prima di poter iniziare un movimento rialzista di una certa consistenza sarà quindi necessaria un’adeguata fase laterale di riaccumulazione. Ma intanto continua a risalire, tanto che, come riportato dal Sole24Ore, secondo Paul Burton, analista di Gold Field Mineral Services (Gfms) interpellato dall'agenzia Radiocor, il mercato ha messo nel mirino quota 1.800 dollari e dovrebbe centrarlo entro la fine dell'anno perché le condizioni sono attualmente tutte a favore. Un quadro che, come solito, torna a rendere più attraenti investimenti difensivi come è appunto l’oro. 

Secondo Burton, “Probabilmente vedremo 1.800 dollari/oncia entro fine anno e nel primo trimestre del prossimo potremmo vedere un nuovo spunto e superare quota 2.000 dollari”.

Dello stesso parere anche James Steel di Hsbc, che se da una parte ha rivisto in calo le proprie stime per il prezzo dell'oro di quest'anno, a 1.700 dollari di media (dai 1.900 dollari indicati all'inizio del 2012), ha anche ritoccato in rialzo quelle medie relative al 2013 (+4,2% a 1.850 dollari, con picchi vicino ai 2.000 dollari) e al 2014 (+1,4% a 1.775 dollari) e “Siamo convinti che l’impegno a tempo indeterminato della Fed nella politica del quantitative easing fino a migliorare il mercato del lavoro statunitense, sosterrà l'oro anche nel 2013”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il