BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: la tassa del 3% non basta per la copertura di tutti gli aventi diritto pensione

Esodati: come reperire le risorse per la loro salvaguardia?



Governo contro la tassa del 3% sui ricchi per estendere la salvaguardia agli esodati, ancora senza copertura. Sulla decisione della commissione Lavoro della Camera il sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo ha già ribadito la posizione di Palazzo Chigi.

L’ipotesi di una tassa del 3% sui redditi oltre i 150mila euro andrebbe comunque a finanziare solo 500 milioni dei 3 miliardi che servono per i fondi a tutela degli esodati. La misura, insieme all'aumento delle accise sulle sigarette (se le risorse dovessero essere insufficienti) è prevista a copertura degli interventi sugli esodati votati dalla stessa commissione Lavoro.

Nel testo inoltre, si stabilisce che nel Fondo da 100 milioni di euro per gli esodati introdotto nel Ddl stabilità confluiscano tutte le risorse stanziate per i lavoratori esodati, che ammontano a 9 miliardi di euro.

Per finanziare la salvaguardia degli esodati negli anni 2013 e 2014, si legge nel testo dell'emendamento, a decorrere dal primo gennaio 2013 e fino al 31 dicembre 2014 sul reddito di importo superiore a 150mila euro lordi annui, è dovuto un contributo di solidarietà del 3% sulla parte eccedente il predetto importo.

Gli altri 2,7 miliardi dovranno arrivare dall’aumento delle sigarette stimato in 80 centesimi a pacchetto dalla Federazione Italiana Tabaccai. L’esponente del Pdl Giuliano Cazzola che si è già astenuto sulla tassa del 3%, prevede di far confluire in un unico fondo le risorse per gli esodati già stanziate dal governo (9,2 miliardi) e di utilizzare per chi non ha ancora la salvaguardia (almeno 9mila persone) risparmi di spesa, da reperire grazie a nuove attività di spending review con criteri e priorità da individuare, senza alcuna tassa in più.


 
Autore:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il