Esodati: è scontro anche in Commissione su Legge Damiano. E nuova proposta Fornero

Ancora scontri e incognite sulla questione esodati



Mentre è stato approvato all'unanimità dalla commissione lavoro della Camera un emendamento alla Legge di Stabilità che amplia le garanzie per gli esodati e prevede tra le coperture anche un contributo di solidarietà del 3% per la parte di reddito che supera i 150mila euro dei più ‘ricchi’ e che  stabilisce che nel Fondo da 100 milioni previsto dal governo confluiscano tutte le risorse stanziate per i lavoratori esodati, pari a 9 miliardi di euro, è ancora scontro sulla possibilità di ampliare la platea degli esodati da salvaguardare proposta dall’ex ministro Damiano.

Intanto torna a farsi sentire il ministro del Lavoro Elsa Fornero che torna appunto a parlare della questione esodati da salvaguardare e dice: “Sugli esodati non sapevamo tutti i numeri. Per i lavoratori cosiddetti esodati l'uscita dal lavoro con le vecchie regole per il pensionamento non è l'unica strada possibile. Per chi è ancora a lavoro si può pensare a qualcosa di diverso, magari una sorta di solidarietà espansiva”.

E poi ammette: “Quando abbiamo domandato per mettere la clausola di salvaguardia, la risposta è stata cinquantamila. Poi si è scoperto che negli accordi, non solo quelli collettivi fatti con il ministero e quelli fatti con le Regioni, ma anche quelli individuali erano molti di più. Il tema è diventato ingestibile perché è stato anche strumentalizzato. Non per tutti però, ha precisato il ministro, deve valere come unica strada possibile il mantenimento dei vecchi requisiti per il pensionamento”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il