BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni Usa 2012: Obama-Romney. I sondaggi a un giorno dal voto martedì 7 Novembre

Testa a testa fra Obama e Romney: via all’ultima sifda



Sono gli ultimissimi giorni di testa a testa fra i due sfidanti in corsa verso la Casa Bianca e il presidente uscente Barack Obama, secondo le stime prevalenti, prevarrebbe su Romney 243 a 206.

Il presidente sarebbe dunque in vantaggio, ma ogni Stato fa partita a parte e gli scarti sono talmente minimi che ancora tutto è possibile. Inoltre, si pensa che alcuni Stati considerati ‘obamiani’ secondo lo staff repubblicano potrebbero riservare brutte sorprese per il presidente, come Minnesota, Michigan e Pennsylvania, mentre l’attenzione generale è puntata sui cosiddetti Stati ‘battleground’, campi di battaglia e Romney, per esempio, vorrebbe far suoi gli Stati più grandi come Florida (29 grandi elettori in palio), Ohio (18) e Virginia (13).

Portando a casa questi raggiungerebbe quota 266 e a quel punto gli basterebbe aggiudicarsene un’altro qualsiasi, anche il più piccolo, tra i rimanenti Stati in palio: Wisconsin (10 grandi elettori), Colorado (9), Iowa (6), New Hampshire (4).  A Obama, invece, potrebbero bastare Florida e Ohio.

Secondo l’ultimo sondaggio da Columbus, capitale dell'Ohio, il bellwether state universalmente considerato il termometro dell'Election Day americano, Obama sarebbe al 50% e Romney al 48%.  Il Team Obama sostiene che l'early vote, il voto anticipato, sarà favorevole al Presidente e che quindi neri, donne, giovani, poveri, minoranze voteranno compatti per lui come fecero quattro anni fa decretandone il successo.

Ma se si muovono gli evangelici, per Obama saranno guai. Il motivo? Nell'Ohio, sembra che l'elettorato evangelico, dopo la primordiale diffidenza verso il mormone Romney, si sia convinto che vale la pena votarlo pur di evitare la deriva multiculti e socialista.

Nel 2008, il voto evangelico in Ohio valeva il 30% dell'elettorato e continua ad avere un'importanza strategica negli altri stati ballerini, Wisconsin, Iowa, North Carolina, Florida. Ora è testa a testa e sarà proprio l’Ohio a fare la differenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il