BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2012-2013: novità regolamento armonizzazione Decreto Fornero

Nuovo regolamento di armonizzazione per l'accesso alla pensione: cosa prevede



E’ stato approvato il Regolamento di attuazione della delega prevista dalla manovra salva Italia, attraverso il quale vengono adottate le misure di armonizzazione dei requisiti di accesso al sistema pensionistico, assicurando così un processo di incremento dei requisiti minimi di accesso al pensionamento.

Il regolamento di armonizzazione della riforma pensioni 2012, prevede che, nei confronti dei lavoratori che maturano il diritto alla pensione entro il 31 dicembre 2012 continua ad essere applicata, in materia di accesso alla pensione, la normativa prevista prima dell’entrata in vigore del regolamento di armonizzazione della riforma pensioni 2012.

Prevede inoltre che per i lavoratori che maturano i requisiti pensionistici a decorrere dal primo gennaio 2013 non si applicano le finestre mobili annuali, mentre per quanto riguarda la pensione di vecchiaia, viene stabilito un aumento dei requisiti equiparando gli attuali requisiti anagrafici a quelli previsti per la generalità dei lavoratori.

Nel Regolamento di armonizzazione si parla anche di prestazione di pensione anticipata, per cui viene prevista una penalizzazione sulla quota retributiva di trattamento relativa alle anzianità contributive maturate prima del primo gennaio 2012, pari ad un punto percentuale per ogni anno di anticipo rispetto all’età di 58 anni fino al 31 dicembre 2018 e di 59 anni a decorrere dal primo gennaio 2019.

Questa riduzione viene elevata a due punti percentuali per ogni anno ulteriore di anticipo rispetto a due anni e permane, in riferimento all’età di effettiva cessazione dal servizio, anche nel caso di rideterminazione del trattamento pensionistico al termine del periodo di permanenza in ausiliaria.

Infine, il regolamento di armonizzazione delle novità introdotte con la riforma pensioni 2012, stabilisce che per accedere alla pensione, per i lavoratori delle miniere, cave e torbiere, è  revisto un aumento di un anno, da 55 a 56, dell’età pensionabile di vecchiaia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il