BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sla e mancati fondi: due emendamenti Leggi stabilità. Non ripetere errore legge 104

Il governo non sblocca i fondi per i malati di Sla: le proteste



Il governo non sblocca i fondi per i malati di Sla  ed è subito protesta. “Un affronto vergognoso contro tutti gli ammalati di Sla (sclerosi laterale amiotrofica) e quelli affetti da malattie neurologiche degenerative e invalidanti: scandaloso che il governo nazionale non abbia reperito i fondi da destinare a questi ammalati gravi”, denuncia il Presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini.

Grande delusione anche da Paola Ecoretti e dal marito Stefano Marangone, ex calciatore, malato di Sla, a cui da poco Fontanini ha fatto visita per portare il suo sostegno e la promessa di un pressing sulla Regione. Paola e Stefano “Questi fondi che chiedevamo potevano essere reperiti senza troppi problemi.

Si trattava in fondo di 400 mila euro che avrebbero consentito un’assistenza adeguata, con 20 mila euro ad ogni famiglia con un malato gravissimo che richiede l’assistenza 24 ore su 24 (non solo malati di Sla, ma anche di distrofia muscolare, sclerosi multipla allo stadio finale).

Adesso aspetteremo 20 giorni: se nulla accadrà, allora partiremo con il presidio fisso davanti al Ministero dell’Economia (allestiremo le tende) e lo sciopero diventerà totale: soltanto idratazione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il