BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2012-2013:finestre mobili, pensione anticipata e di vecchia.Le novità regole armonizzazione

Cosa prevede il nuovo Regolamento di armonizzazione: le novità



Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Regolamento di armonizzazione dei requisiti di accesso al sistema pensionistico, che prevede che, nei confronti dei lavoratori che maturano il diritto alla pensione entro il 31 dicembre 2012 continui ad essere applicata, in materia di accesso alla pensione, la normativa prevista prima dell’entrata in vigore del regolamento di armonizzazione della riforma pensioni 2012; che per i lavoratori che maturano i requisiti pensionistici a decorrere dal primo gennaio 2013 non si applichino le finestre mobili annuali, mentre per quanto riguarda la pensione di vecchiaia, stabilisce un aumento dei requisiti equiparando gli attuali requisiti anagrafici a quelli previsti per la generalità dei lavoratori.

Nel Regolamento di armonizzazione si parla anche di prestazione di pensione anticipata, per cui viene prevista una penalizzazione sulla quota retributiva di trattamento relativa alle anzianità contributive maturate prima del primo gennaio 2012, pari ad un punto percentuale per ogni anno di anticipo rispetto all’età di 58 anni fino al 31 dicembre 2018 e di 59 anni a decorrere dal primo gennaio 2019.

Passando alle novità per gli iscritti ai fondi Inps, ex-Enpals ed ex-Inpdad, per i lavoratori delle miniere, cave e torbiere è previsto l’aumento di un anno, da 55 a 56, dell’età pensionabile di vecchiaia, mentre per l’accesso alla pensione anticipata il requisito minimo contributivo è di 37 anni e due mesi per il 2013, e di un ulteriore mese per il 2014.

Disposizioni di armonizzazione sono dettate per ulteriori categorie di lavoratori, fra cui quelli iscritti al fondo dello spettacolo, nonché per gli spedizionieri doganali e per i lavoratori del settore marittimo. Il regolamento coinvolge l’intero comparto sicurezza, difesa e pubblico soccorso.

Sono quasi 700 mila lavoratori che vestono una divisa: soldati, carabinieri, finanzieri, poliziotti, vigili del fuoco. Anche in questo caso i requisiti saranno incrementati, ma un poco alla volta. Lo schema di regolamento per l'armonizzazione dovrà ora passare all’esame delle competenti Commissioni parlamentari e del Consiglio di Stato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il