BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti Statali: licenziamenti e tagli per 6mila nel 2013 decisi dopo Spending Review Monti

Pronti tagli ai dipendenti pubblici: cifre ed enti coinvolti



Dovrebbe aggirarsi intorno alle sei mila persone il numero dei dipendenti pubblici che dovranno essere ‘tagliati’ nel prossimo 2013. Questa cifra comprenderebbe 3.100 nei ministeri, cui si aggiungono 58 dirigenti di prima e seconda fascia, mentre negli enti di ricerca i dipendenti in sovrannumero arriverebbero a quota 140.

Per questi due comparti della Pa centrale si stima che circa l'80% di queste eccedenze potrà essere gestito con pensionamenti e prepensionamenti o trasferimenti volontari prima di arrivare all'attivazione della cosiddetta messa in disponibilità che apre la strada della mobilità collettiva.

Critica la situazione per i due grandi enti previdenziali, Inail e Inps: per il primo, che ha già effettuato il taglio del 10% previsto dalla legge 148 del 2011, gli altri addetti in soprannumero sarebbero 900, di cui 259 effettivi, cioè da gestire nella prospettiva della mobilità.

Per l'Inps, che invece ha potuto sospendere il taglio del 10% previsto dalla legge dell'anno scorso in virtù dell'integrazione in corso di Inpdap ed Enpals e per cui gli esuberi determinati dalla sola spending review sarebbero duemila.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il