Cina: oggi il Congresso del Partito Comunista per scegliere nuovo presidente e dirigenti

Al via il Congresso del Partito Comunista: chi guiderà la nuova Cina



La Cina ha esultato per la vittoria di Obama alle nuove elezioni Usa e anche qui qualcosa sta per cambiare. Oggi, infatti, si riunisce il Congresso del Partito Comunista per scegliere nuovo presidente e nuovi dirigenti.

Per la Cina si tratta dell'appuntamento politico più importante del decennio, che segna la fine dell'amministrazione del presidente Hu Jintao e del premier Wen Jiabao: giovedì prossimo, a Congresso finito, si conosceranno i nomi e i volti dei leader incaricati di guidare la Nazione fino al 2022.

Intanto si sa che il segretario del Partito, Hu Jintao, e il numero tre, Wen Jiabao lasceranno il comitato permanente del Politburo, il vertice del sistema, insieme con altri cinque compagni, dei nove componenti attuali ne resteranno in carica solo due, probabilmente in una formula ridotta a sette componenti. I due che manterranno la carica sono proprio coloro che costituiranno il volto di un potere comunque collettivo: Xi Jinping, destinato a diventare segretario e dunque numero uno del Paese, e Li Keqiang.

A marzo il passaggio di consegne: Hu passerà a  Xi il ruolo di capo dello Stato e Li, ora vicepremier, subentrerà a Wen come primo ministro. Poi saranno distribuite le altre cariche istituzionali e fino ad allora nuovo Politburo e vecchio esecutivo coabiteranno. Per quanto riguarda la presidenza della commissione militare, si pensa che potrebbe tenerla lo stesso Hu.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il