BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti statali: licenziamenti e tagli per 6000 nel 2013. Le ultime novità Ministro Griffi

Mobilità e contratti di solidarietà: le soluzioni del ministro Griffi agli esuberi delle Pa



Saranno circa sei mila persone i dipendenti pubblici che dovranno essere ‘tagliati’ nel prossimo 2013. Ma il ministro della Pubblica Amministrazione, Filippo Patron Griffi, assicura: “Per gli eventuali esuberi nel pubblico impiego useremo anche la mobilità ma é l'ultimo degli strumenti”.

Il ministro ha spiegato che gli strumenti che verranno utilizzati saranno innanzitutto la mobilità volontaria, poi i contratti di solidarietà e per le eccedenze residue la mobilità per due anni.

Il numero degli eventuali tagli comprenderebbe 3.100 nei ministeri, 58 dirigenti di prima e seconda fascia, e 140 impiegati negli enti di ricerca Critica la situazione per i due grandi enti previdenziali, Inail e Inps. Il primo, che ha già effettuato il taglio del 10%, vedrebbe ben 900 addetti in soprannumero, di cui 259 effettivi, cioè da gestire nella prospettiva della mobilità. Per l'Inps, gli esuberi sarebbero duemila.

Per questi i della Pa centrale si stima che circa l'80% di queste eccedenze potrà essere gestito con pensionamenti e prepensionamenti o trasferimenti volontari prima di arrivare all'attivazione della cosiddetta messa in disponibilità che apre la strada della mobilità collettiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il