BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu più alta e tredicesime più basse: i consumi e risparmi ne risentono

Imu e spese degli italiani: la situazione attuale



L’introduzione della nuova Imu che da quest’anno ha sostituito la vecchia Ici sulla casa sta pesando parecchio nelle tasche degli italiani e la vera stangata arriverà con il pagamento del saldo di dicembre, fissato per il 17, che in moltissimi casi vedrà l’esborso di somme altissime.

Basti considerare che, in media, per esempio, l’aumento per case in affitto, rispetto alla vecchia ici, si aggira addirittura sul 200%. Senza considerare poi i costi che graveranno su proprietari di seconde e terze case o di negozi, capannoni e uffici.

Si tratta, dunque, di una spesa che, unita al resto di rialzi di tasse, provocherà un crollo nei consumi, già fortemente attestatosi in quest’anno, da parte delle famiglie italiane che per sopravvivere rinunciano a molte cose, spesso anche a generi alimentari più costosi.

A questi rialzi e all’Imu che a dicembre sarà dispendiosissima si aggiunge anche la notizia delle tredicesime del 2012 decisamente più leggere rispetto a quelle del 2011. La Cgia di Mestre stima, per esempio, che un operaio specializzato, con un reddito lordo annuo di poco superiore ai 20.600 euro, si troverà con una tredicesima decurtata di 21 euro.

Un impiegato, con un imponibile Irpef annuo leggermente superiore ai 25.100 euro, perderà 24 euro. Un capo ufficio, invece, con un reddito lordo annuo di quasi 49.500 euro, percepirà una tredicesima più leggera di 46 euro.

Questa decurtazione, secondo quanto spiega il segretario della Cgia di Mestre Giuseppe Bortolussi, dipende dal fatto che quest'anno l'inflazione è cresciuta più del doppio rispetto agli aumenti retributivi medi maturati con i rinnovi contrattuali.

Per ovviare a questo problema, Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia Mestre ha proposto la detassazione di parte della tredicesima, quanto meno sui redditi più bassi. Questo consentirebbe a tante famiglie in difficoltà di riuscire comunque a risparmiare qualcosina, anche se non si tratterà, ovviamente, di grandissime cifre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il