BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu saldo dicembre aliquote alte per case cittadini ma non per la Chiesa

Nuova norma governo per Imu Chiesa più leggera?



Il saldo Imu 2012 di dicembre sarà un vero e proprio salasso per i cittadini italiani, molti dei quali faranno tantissimi sacrifici per pagare l’imposta, mentre sarà leggera, secondo quanto trapelato, per la Chiesa.

Secondo il Consiglio di Stato, i religiosi pagheranno un conto molto meno salato grazie ad alcune agevolazioni per molte attività miste, cioè che ottengono profitti e che potranno evitare l'imposta sugli immobili. Nel decreto Enti locali pare sia stata inserita, infatti, una norma che riguarda la definizione di ente no profit, ma che vale solo per la Chiesa e non per il resto degli italiani e che consente di avere un'imposta più leggera grazie alla semplice modifica del loro statuto da apportare entro dicembre.

Questa ‘nuova’ norma solleverebbe la Chiesa dal versamento dell'imposta sulle porzioni di immobili ad uso ‘misto’ da cui traggono profitti, come alberghi, cliniche, ostelli, mense, con una semplice modifica del loro statuto, da apportare in corsa entro dicembre.

Allo studio, dunque, una definizione precisa e specifica per questo tipo di soggetti (e non per privati o per le imprese) di quello che non è attività commerciale in un contesto immobiliare, per cui se una parte di una proprietà è destinata a un'attività che porta profitti (sarà possibile evitare il versamento.

Ma si tratta di un rischio, perché la Commissione di Bruxelles potrebbe multare l'Italia per aiuti di Stato illegali e recuperare tali somme condonate, a partire dal 2006. Un danno che può valere fino a 3 miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il