BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scioperi: scontri in tutta Italia da Roma, Milano e Torino. I video

Scontri e feriti dopo le manifestazioni contro le austerity del governo



Quella di ieri è stata una giornata di scontri e tafferugli che hanno animato le principali città di Italia: da Milano, a Torino, a Bologna, Roma e Napoli, i cortei degli studenti in protesta contro le politiche di austerity del Paese si sono trasformati in vere e proprie manifestazioni di violenza, con decine feriti tra poliziotti e studenti e decine di fermi.

E le immagini dei tafferugli hanno fatto subito il giro del web. E' Roma il teatro degli episodi più gravi. Diversi i cortei in azione, tra studenti e lavoratori: scene di vera e propria guerriglia urbana si sono verificate sul Lungotevere tra polizia e corteo degli studenti, dopo un fitto lancio di pietre e bottiglie da parte di questi ultimi, che hanno anche divelto pali segnaletici e lanciato bombe carta.

Coinvolta anche la sinagoga, davanti alle quale, ha lamentato il presidente della Comunità ebraica, Riccardo Pacifici, sono stati urlati slogan contro Israele, pro Saddam ed esposte bandiere palestinesi. Otto le persone arrestate a seguito degli scontri al corteo a Roma, altre 8 persone sono state denunciati. Tra gli arrestati, a vario titolo per violenza, resistenza a pubblico ufficiale e utilizzo di oggetti atti ad offendere, anche una donna.

Cinque persone, quasi tutte tra i 20 e i 30 anni, sono state arrestate dagli agenti del commissariato Viminale, due della Digos e una dai carabinieri. Scontri con tra studenti e forze dell'ordine anche a Milano: durante il corteo sono state danneggiate banche, una sede Enel, vetrine di negozi del centro, e si sono registrati lancio di sassi, bottiglie e fumogeni nella stazione di Porta Genova dove ci sono stati momenti di caos coi passeggeri coinvolti negli scontri.

Cinque gli agenti feriti. Ferito gravemente un poliziotto a Torino: l’uomo si trovava davanti alla sede della Provincia di corso Inghilterra a Torino. E' stato accerchiato da una ventina di giovani, armati di bastoni e mazze da baseball, che lo hanno colpito alla testa spaccandogli il casco e a un braccio. Il poliziotto è stato portato all'ospedale Mauriziano.

Un altro gruppo di oltre cento persone mascherate e armate di bastoni e fumogeni ha fatto irruzione al piano nobile di Palazzo Cisterna, sede della Provincia di Torino e ha distrutto alcuni arredi. Gli autonomi hanno occupato per diversi minuti i balconi che affacciano su via Maria Vittoria e hanno issato la bandiera No Tav al posto di quella europea.

Molti manifestanti si sono poi diretti verso il Palazzo di Giustizia, presidiato da polizia e carabinieri. Scenari di proteste violente anche Brescia, Padova, Bologna, Pisa, Firenze, dove sono state lanciate uova piene di vernice contro la sede di Bankitalia, e Napoli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il