BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Esodati: molti lavoratori senza pensione pur con emendamenti Legge di stabilità

Nonostante nuova copertura molti esodati senza salvaguardia



Nonostante sia stata trovata una copertura per gli esodati è stata, con i nove miliardi già stanziati verranno usati tutti per garantire questa categoria di lavoratori. Se non bastassero, oltre i 100 milioni di euro previsti dalla Legge di Stabilità, scatterà la deindicizzazione alle pensioni oltre i 3mila euro lordi.

Il nuovo sistema prevede, dunque, che vengano utilizzati gli eventuali risparmi dei 9 miliardi già stanziati per risolvere il problema degli esodati, risparmi che derivano da politiche attive per la reintroduzione sul posto di lavoro.

Nel caso in cui poi tali risparmi non dovessero bastare, si ricorrerebbe alla deindicizzazione delle pensioni più ricche, cioè superiore 3.000 euro, recuperando così una cifra per coprire le eventuali necessità del 2014. Nonostante, però, l’approvazione della copertura in legge di stabilità, non tutti i lavoratori hanno le garanzie per la riscossione della pensione, perché le risorse stanziate non saranno sufficienti per assicurare a tutti gli esodati.

Cesare Damiano, capogruppo Pd nella commissione Lavoro di Montecitorio, ha però dichiarato: “Noi pretendiamo la salvaguardia di tutti questi lavoratori. L'ultima soluzione trovata nella commissione Bilancio, dopo lo stop imposto dal governo e dalla Ragioneria che hanno messo ancora una volta in discussione le coperture finanziarie trovate, è sicuramente un passo avanti ma occorre riconoscere onestamente che non risolve il problema, visto che nel corso nel 2013 e 14 rimarranno ancora esclusi dalle tutele molti lavoratori.

E' importante la costituzione di un Fondo alimentato dai 100 milioni di euro già stanziati dal governo, ai quali si aggiungono gli eventuali risparmi dai 9 miliardi già previsti per i primi 120 mila salvaguardati che potrà, a questo punto, essere incrementato anno dopo anno, anche sulla base dei problemi rimasti insoluti”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il