BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati:copertura non sicura nonostante tassa pensioni più alte con emendamento Legge Stabilità 2012

Ancora aperta la questione esodati: continua l’odissea



Le ultime stime parlano di oltre 31mila unità, tutte a rischio: si tratta degli esodati, quei lavoratori over 50 fuori dal mercato che rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensione a seguito dell’innalzamento delle età e della modifica dei requisiti con la riforma del Lavoro firmata dal ministro Fornero.

Sono mesi che il governo sta cercando di quantificare il numero esatto degli esodati e di trovare una soluzione a questo problema ma ogni volta che l’esecutivo è sul punto di trovare la copertura finanziaria necessaria c’è sempre qualcosa che fa sempre saltar tutto.

Nei giorni scorsi la soluzione sembrava all’orizzonte ma poi alla fine è saltato anche l’emendamento che doveva estendere la salvaguardia prevista per gli esodati. Secondo la Ragioneria di Stato le risorse erano insufficienti per la copertura prevista.

La Ragioneria dello Stato avrebbe bocciato il punto del decreto che inseriva nella platea dei salvaguardati anche i lavoratori licenziati, entro il 31 dicembre 2011, anche in conseguenza di fallimento o di altra procedura concorsuale nonché di cessazione dell'attività dell'impresa, purchè privi di occupazione.

Poi l’ipotesi della copertura proposta Monti ed i suoi che prevede di coprire il buco con un inasprimento dell’indice di rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici di importo più elevato, cioè prelevando il necessario dalle pensioni più ricche.

E’ stata pertanto inserita nella Legge di Stabilità la deindicizzazioni delle pensioni di 3.000/3.500 euro nel caso i fondi stanziati non fossero sufficienti ma per far quadrare i conti si era pensato di escludere dagli esodati chi fosse stato licenziato prima del 2011 per il fallimento della società per cui lavoravano. Dopo mesi, dunque, ci si ritrova sempre al punto di partenza, con l’unica sicurezza di coperture ancora non certe nonostante le tasse sulle pensioni più altre e le altre proposte presentate. Sembra che l’odissea degli esodati sia perciò destinata a continuare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il