BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dipendenti pubblici: esuberi per 4mila ma in Spending Review ne sono previsti 24mila. Chi rischia

Esubero dipendenti pubblici: chi sono i ‘tagliati’



I tagli annunciati ci saranno: il ministro della Funzione Pubblica, Filippo Patroni Griffi, ha annunciato l’arrivo di 4mila nuovi licenziamenti, pre-pensionamenti e mobilità, per dipendenti statali, sostenendo che nelle amministrazioni centrali le eccedenze assolute di personale non dirigente sarebbero pari a 4.028 unità. Secondo i dati diffusi, il taglio determinerà circa 342 milioni di risparmio.

Sono previsti poi 487 esuberi tra i dirigenti, con un risparmio di 50 milioni. E sempre per quanto riguarda i dirigenti, gli esuberi ammontano a 48 nella prima fascia e 439 nella seconda. Sul taglio delle 4mila unità, Patron Griffi precisa però “Attenzione, non sono esuberi, ma eccedenze”, tra il personale di ufficio e 487 dirigenti su una platea di circa 100.000 persone.

La scure colpirà in particolare l’organico non dirigenziale della Difesa (1.562), dei Beni Culturali (664), dell’Inail (648), dei Trasporti (598). Tra i dirigenti, quelli che lavorano negli atenei (66) e allo Sviluppo economico (23).

Ma si è solo al primo step, per quanto ufficiale, di un cammino che reciderà di netto molti rami dalle piante organiche della PA. Le cifre stimate nella Spending Review, parlano, infatti di 24mila unità. Obiettivo, far risparmiare alla casse statali 392 milioni, più 50 per la fetta dei dirigenti. Ma il conto è destinato a salire, sia in termini di esuberi che di spesa pubblica.

 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il