BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Legge di stabilità 2012-2013: le novità dopo emendamenti. Cosa cambia

Tutte le nuove misure della Legge di stabilità: cosa prevedono e modifiche



Confermato il congelamento dell'iva al 10% e il rialzo dal 21 al 22%; aumentate le detrazioni per i figli; sì al nuovo fondo per gli alluvionati; novità irap e premi produttività: queste alcune delle nuove misure che hanno modificato la Legge di Stabilità, completamente cambiata sotto certi aspetti.

Tra le misure principali, aumentano dal 2014 le deduzioni forfetarie irap per le assunzione a tempo indeterminato e per quelle dei giovani. Nonostante abbia e polemiche di artigiani e commercianti rimane l'esenzione Irap per i micro imprenditori; l’aliquota dell'Iva rimarrà invariata al 10%, mentre quella del 21% salirà al 22%; e arrivano 250 milioni in favore delle regioni e dei comuni colpiti dall'alluvione.

Le nuove risorse arrivano però da un taglio alle risorse stanziate per la produttività. Aumentano le detrazioni per i figli: lo sconto non sarà più di 180 euro per tutti ma di 150 euro per i figli sopra i 3 anni (si arriva a 950 euro) e di 320 euro per i bambini al di sotto dei 3 anni (arrivando a 1.220 euro). Salgono di 400 euro le detrazioni per i figli disabili.

Per quanto riguarda la spinosa questione degli esodati, nove miliardi già stanziati verranno usati tutti per garantire questa categoria di lavoratori. Se non bastassero, oltre i 100 milioni di euro previsti dalla Legge di Stabilità, scatterà la deindicizzazione alle pensioni oltre i 3mila euro lordi e dei vitalizi. Vale come tutela per oltre 10.000 persone.

Salta poi l’aumento dell'orario dei professori, che non salirà a 24 ma resterà alle18 ore settimanali. Novità anche per il comparto sicurezza: sale, nel primo anno e secondo anno, dal 20 al 50% il tetto per il blocco del turn over nel comparto. Le risorse arrivano da risparmi interni e da un Fondo ad hoc da 10 milioni l'anno. Ma si attendono nuove risorse.

Approvati poi il Fondo calo tasse, al via dal 2103; e al nuovo Fondo sociale, ex Fondo Letta. da 900 milioni (nel 2013) ora destinati in gran parte al sociale, mentre 200 milioni andranno a sostenere alle non autosufficienze (tra cui Sla). Salta poi la stretta sugli immobili enti di previdenza e salta anche la possibilità di destinare a incentivi per i magistrati una quota delle risorse per il funzionamento degli uffici giudiziari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il