BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dichiarazione Imu: prima casa e pertinenze sono eluse

Come presentare la dichiarazione Imu: chi deve farlo



Dovrà essere presentata entro il prossimo febbraio la dichiarazione Imu da cui, ricordiamo, è esclusa l’abitazione principale, con le sue pertinenze, anche se acquistata nel 2012. Di questi immobili, infatti, il Comune conosce tutte le informazioni. La dichiarazione Imu non va presentata nemmeno per comunicare i figli conviventi di età non superiore ai 26 anni.

Ma anche per questi casi sussistono delle eccezioni, come per esempio quella che riguarda i componenti del nucleo familiare che hanno stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel medesimo Comune.

In questo caso, la dichiarazione Imu deve essere presentata dal coniuge che usufruisce dell’agevolazione per l’abitazione principale. La dichiarazione deve essere inoltre presentata ai Comuni in cui il soggetto non ha la residenza anagrafica, specificando che si tratta di immobile destinato ad abitazione principale la cui superficie insiste su territori di comuni diversi.

Per quanto riguarda gli immobili posseduti da cittadini italiani non residenti, la dichiarazione Imu deve essere presentata solo nel caso in cui il Comune abbia deliberato che l’immobile posseduto è adibito ad abitazione principale.

Nei casi di separazione, annullamento o cessazione del matrimonio, la dichiarazione deve essere presentata dall’ex coniuge assegnatario della casa coniugale se il Comune in cui si trova l’immobile non è il Comune di celebrazione del matrimonio o il Comune di nascita dell’ex coniuge assegnatario.

Se è stata cambiata la residenza durante l’anno in corso, l’immobile non sarà più considerato come prima casa e, di conseguenza, bisognerà applicare l’aliquota comunale ordinaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il