BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Scontrini e fatture: i privati le potranno scaricare.Come funziona la novità contro evasione fiscale

Sì al contrasto di interessi: cosa prevede



Anche scontrini e ricevute delle spese effettuate si potranno scaricare dalla dichiarazione dei redditi: arriva infatti anche in Italia il cosiddetto contrasto di interessi che prevederà, tra le altre misure, uno stop alle cartelle pazze, cioè alle cartelle esattoriali sbagliate che sono state recapitate a milioni di contribuenti.

La Commissione delle Finanze al Senato ha infatti dato il via libera all'unanimità al provvedimento. L'obiettivo dell'introduzione del contrasto di interessi è quello di far emergere il nero. “perciò si partirà in maniera selettiva” ha annunciato uno dei due relatori, Giuliano Barbolini (Pd), dalle aree di maggior evasione, come quelle legate alla manutenzione della casa o dell'auto.

Il contrasto di interessi indica proprio un contrasto di interessi fra un venditore e un compratore e rappresenta la possibilità concessa ai contribuenti di dedurre dalla dichiarazione dei redditi scontrini e ricevute, incentivando così i consumatori a farne richiesta.

Spetterà poi sempre al governo, attraverso la delega fiscale, disciplinare la misura.La possibilità di scaricare scontrini e ricevute fiscale può diventare davvero una misura seria e concreta di lotta all’evasione fiscale, visto che si pone dinnanzi al contribuente un vantaggio in termini economici nel richiederlo. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il